Invasione Cardatleta alla 5a Helirunner
10K SARONNO: 9 medaglie provinciali per la Cardatletica

Giovanni Vanini

Cronaca di un'intervista annunciata!

Domenica 1 febbraio 2015, prima serata. Poche ore sono passate dalla Stramagenta, quando mi arriva, perentorio, un messaggio del nostro Omar, in cui mi invita a fare l'intervista a Giovanni Vanini, dicendomi che era stata annunciata nel febbraio 2013.



In realtà,  anche Daniele mi aveva già presentato Giovanni al pranzo sociale,  invitandomi a intervistarlo. In tutto questo, domenica pomeriggio avevo finalmente iniziato lo scambio di messaggi che avrebbe dato materiale per l'intervista.
Quindi... questa è veramente un'intervista annunciata! E forse questi due anni di ritardo sono serviti a riempirla di altre cose, o meglio di altri sport!

Ciao Giovanni, ho visto che hai fatto Magenta, anche se ti sapevo triatleta!

Si si, stamattina esordio dell'anno. In realtà il triathlon è venuto dopo che nella corsa mi ero infiammato le ginocchia alla mezza del Lago Maggiore. E siccome non so stare fermo,e già nuotavo e pedalavo ogni tanto, ho unito il tutto!

E quali gare hai fatto?

Nel 2013 tre  ho fatto 3 sprint (750 m nuoto, 20 km bici, 5 km corsa), ad Andora, a Piacenza, e a Lecco; Nel 2014, ho fatto quattro sprint, a Pinerolo, Milano, Cremona, Pella e  poi due olimpici (1500 nuoto, 40 km bici, 10 km corsa) a Sirmione e a Iseo.

E, venendo solo dalla corsa, cosa ti è piaciuto del triathlon?

L'inizio è stato un po' per curiosità e un po' per caricare meno le ginocchia. Già alla prima esperienza ho notato una gestione di gara totalmente differente, visto i cambi da effettuare. Il triathlon è molto più vario sia nella preparazione che in gara. Diciamo è meno noioso rispetto alla sola corsa. E poi mi ha "esaltato",  nel senso che dai tutto ma per tre sport cioè 3 volte quando in realtà pensavi di essere alla frutta.

Un'immancabile domanda scontata: qual è la tua frazione preferita?



La corsa ovvio! Non solo perché mi riesce meglio ed è alla fine, quindi mi avvantaggio parecchio rispetto agli avversari. Ma proprio perché quel senso di andare oltre le proprie aspettative viene più fuori

In che senso viene più fuori?

Scendi dalla bici e devi ancora correre. Inizi e le gambe sembrano pezzi di legno e poi ti sblocchi improvvisamente e ti rendi conto che il tuo fisico si è reso disponibile alla nuova frazione.

Che bella descrizione! E... adesso fare un 10mila secco e veloce come hai fatto a Magenta?

Il triathlon mi ha dato tante soddisfazioni, divertimento, stimoli nuovi ma la corsa non la dimentico.. E poi c'è quel conto in sospeso con i 21 non tanto come pb che al momento è lontano anni luce.. C'è la paura di non farcela e di farmi nuovamente male.

Tu sei stato fermo molto tempo per infortunio?

Avevo fatto una distorsione al ginocchio a fine settembre 2012, e ho ripreso a correre a dicembre. quando poi pensavo di aver recuperato altri 2 mesi di stop e soprattutto tanta amarezza e sofferenza soprattutto di testa

Pero' poi la testa è uscita bene nel triathlon!

Si, mi sono buttato per questo in qualcosa di nuovo.

E a Magenta com'è andata?

Mmm... a Cardano a novembre avevo fatto 34,25. Nell'inverno mi sono allenato parecchio, speravo di stare sotto i 34 e invece ho peggiorato. Ma non era giornata, sono partito troppo dietro e ho corso sempre solo e con poca testa: insomma non era giornata, ma di certo non mi posso lamentare..

Massi dai, buona la prima! E i prossimi progetti?

Pensavo a marzo la mezza di Vigevano, prima di dedicarmi un po' di più al triathlon già nelle gare di inizio stagione. Pensavo Recetto a fine maggio e qualcosa prima tra le gare nei dintorni.

Quindi sei in pieno allenamento, come gestisci i tre sport?



Al momento nuoto 3 volte la settimana: lunedì e giovedì (con la squadra di triathlon, la Oxygen Triathlon ) e sabato mattina. Gli altri giorni della settimana corsa in genere da solo e weekend, quando riesco per meteo e tempo a disposizione, bici e corsa... in tutto questo cerco sempre di non tralasciare la mia ragazza. Negli ultimi anni ha avuto un pò di fastidi e mille impegni ed ha tralasciato un po' la corsa. Però ha trovato beneficio col nuoto, prima era fanatica del Piede d'Oro.

Grazie allora, c'è qualcosa ancora che vuoi aggiungere?

No, solo che spero di riuscire quest'anno a essere più presente con la società