Cardatletica presente al Memorial Laura Prati
Domenica mattina spazio ai 7° CARDAGIOCHI

MEDIA BLENIO

Il giorno di Pasquetta è solitamente noto per smaltire le tossine del pranzo, con annessa cena, di Pasqua: una sorta di penitenza che ogni podista e runners che si rispetti è felice di scontare; nel corso degli anni, molte gare si svolgono, sempre più numerose, in questo giorno di festa. Una gara però è diventata quasi storica: non qui in Italia, ma nella vicina Svizzera, che richiama ormai da anni più di mille partecipanti.
Si tratta del Giro Media Blenio, giunto alla sua 32a edizione. Una 10 chilometri lungo la Valle di Blenio, nel comune di Acquarossa in località Dongio: la particolarità della giornata, oltre al percorso impegnativo della gara e all'introduzione del minigiro per i più piccoli e della Nordic Walking, l'evento clou si ha nel pomeriggio, con il Gran Prix dei big.

Per la nostra società, presente FERDINANDO MIGNANI, che ha tagliato il traguardo in quindicesima posizione assoluta su 610 partecipanti maschili (859 totali) e ottavo di categoria, concludendo in 35'47" precedendo di una ventina di secondi il sempreverde Elio BELLUSCHI. La gara è stata vinta da Francesco PUPPI in 32'12", migliore donna Wanjohi Mary Wangari in 34'16".

Per le CLASSIFICHE, cliccare QUI



Per la cronaca il Gran Prix è stato vinto da Edris Muktar, in 28'22".

Ecco il commento della gara del FERDI.

Si inizia subito con un chilometro in leggera salita, ma poi fino a metà gara la strada è in discesa e il percorso molto veloce ti invita a spingere: infatti sono passato in 16'50" al quinto chilometro.
Ma qui inizia il bello: salita che porta alla Chiesa di Ludiano, dove ho avuto un piccolo calo, scollinamento e discesa fino al chilometro 7,5;  poi inizia un falso piano che poi diventa salita pura fino al nono chilometro.
All'ottavo chilometro ho superato la leggera crisi; ultimo chilometro con una corta discesa, il temibile muro che porta nel centro storico di Dongio, dove si passa sopra ai vecchi binari della ferrovia, discesa e falsopiano in salita che porta sul rettilineo finale. Un cardatleta in mezzo a tanti dell'atletica Valbrembana.