Per Pasquetta Gara Sociale a Casterno di Robecco

MEZZA MARATONA DEL CASTELLO

Domenica si è svolta a Vittuone, in provincia di Milano, la 12a edizione della Mezza del Castello; una mezza veloce con pochi cambi di direzione e altimetria quasi piatta, anche se la parte iniziale risulta il lieve discesa (sui quindici metri per i primi chilometri) e la parte finale, sul medesimo tratto di strada, in leggera salita, con la variante del ponticello che scavalca la statale.

Per la nostra società, presente quello che ormai è per tutti il "ragazzo d'oro", GIOVANNI VANINI, in fase di costante miglioramento e sempre più determinato a sfondare quanto prima lo stratosferico tempo di 1h12'18" ottenuto nel 2013. Qui di seguito la sua cronaca gara.



FOTO PODISTI.NET

Domenica x la 2a volta quest anno mi sono testato sui 21 km a Vittuone: percorso ben lineare,senza troppe curve che x la maggior parte si snoda su un percorso ciclopedonale quindi privo di macchine. a fare da contorno ampi prati. bellissimo il passaggio nella piazza del castello al 11° km.
Sin da subito si sono formati due gruppi: il gruppo di testa composto da 4 atleti che hanno rapidamente fatto il vuoto; a seguire il gruppetto in cui abbiamo collaborato anche io e BEPPE BOLLINI (CLICCA QUI PER IL RACCONTO DEL SUO BLOG). anche se il lavoro maggiore è stato fatto da un immenso GIANNI STELLA! Passaggio ai 10mila attorno ai 34'10" e passo regolare con precisione al secondo!!!



FOTO ANTONIO CAPASSO

All'aumentare dei km il gruppo si è disgregato tanto che al 17 gli unici a resistere sono stati i 2 Giovanni, a discapito di una condizione non proprio ottimale (si vedano le foto x avere conferma). al 19° ho tirato i remi in barca ormai certo della posizione. non ho praticamente mai guardato il gps se non al traguardo dove ho ritrovato un vecchio amico, il numero 72 con tanta gelosia da parte del pettorale n°73!!!



Solo 1 anno fa tornavo a correre una mezza maratona seppur con un tempo di ben oltre 4 minuti sopra al mio PB... xò l'emozione di essere tornato a questa amata distanza superava la brutalità del cronometro. E' stato poi alla mezza delle Groane che una voce che diceva impossible is nothing ( non era la pubblicità adidas alla radio) che mi ha dato la motivazione di osare, perché x quanto sorridente sognatore sono pur sempre un cardatleta arrogante (cit. Giuseppe Duchini)



Il GIO' taglia il traguardo in sesta posizione assoluta, secondo di categoria, facendo registrare un crono di 1h12'50

Alle sue spalle in 1h13'14" un grande GIUSEPPE BOLLINI, primo SM35, che conquista il suo PB e si avvicina al muro dei 73 minuti.

Per il GIO' la consapevolezza invece, che il PB è alla sua portata, e probabilmente anche il muro dei 72 minuti può essere abbattuto.