Il 6° CARDACAMPIONATO va a GIUSEPPE DUCHINI e FRANCESCA MAZZACANI
PIOGGIA DI PB alla mezza di BUSTO ARSIZIO

Camminata di San Michele 2018

Gara sociale a Cameri (circuito Gamba d'oro) 16 settembre 2018
 
Dopo un agosto all'insegna della spensieratezza e del divertimento, condito dalle mie tanto amate ripetute veloci, giri in bici e nuotate al lago e al mare, decido di tornare ad allenarmi seriamente e di preparare la mezza di Busto: non per fare il personale (anche se non nascondo che ci penso, ma so che è dura!), ma per fare comunque un buon tempo.

Da subito mi accorgo che per uno come me, amante delle gare corte, fare più di 6 km diventa dura: figuriamoci fare i lunghi davvero lunghi, i medi davvero medi e più lunghi e le ripetute lunghe.

Arrivo a Cameri e incontro gli altri cardatleti: siamo un po' decimati per la concomitanza del Pdo, ma comunque siamo un bel gruppo; volantiniamo, ci scaldiamo e pronti/via.

Come era già successo a marzo alla precedente gara sociale sempre della Gamba d'oro, si parte dalla parte opposta a quella che pensavamo; così di fretta e furia ci riportiamo nelle prime linee.

Si parte. Da subito capisco di non riuscire a tenere il ritmo di Giovanni, sento le gambe dure, forse sento i 65 km fatti in settimana (che per me sono tanti!) e soprattutto risento delle sole 3 ore di sonno causa notte brava e giornata intensa di addio al celibato di un amico; aggiungiamo a tutto il continuo crescendo di forma di Giò.

Comunque verso il km 6 vedo Giovanni sempre più vicino, gli arrivo a 20 metri ma poi cedo e capisco che non è alla mia portata; cerco di chiudere decentemente e a quasi 500 metri dal traguardo vedo arrivare all'arrembaggio il Chigio con aria minacciosa e agguerritissima! Allora salta fuori il Peter Parker che c'e in me e da vero Spiderman concludo gli ultimi 300m a 3 e 38 al mille per non farmi superare!

Complimenti tutti i miei compagni di squadra: al super Beppe sempre fortissimo, al nostro orgoglio e promessa Fede, al Pres che con pochi allenamento fatti bene ci da la paga a quasi tutti, a Giò sempre più in forma, a Chigio sempre battagliero; al grande Ivan e all'Ale, per poi passare al Piero che ha sprintato con Kostia con un bellissimo arrivo in volata; alla Franci e grandi tutti.

[ scritto da Claudio Di Trani ]