Confermate le attività per le categorie ESORDIENTI e CADETTI Martedì e Giovedì dalle 17.45 alle 19.00
Attività all'aperto, dai Ragazzi in su: LUN-MER-VEN 18.00-19.30
TESSERAMENTO stagione 2021: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

64° Campaccio Cross Country

Ogni anno, da quando la nostra squadra è nata (nel 2013), la prima gara che vede i nostri colori partecipanti è lo storico Cross del Campaccio.
Anche quest'anno, in piena pandemia, tra seconda e terza ondata, la Cardatletica è presente, in una edizione anomala, senza pubblico e con le gare dei master spostate al sabato 20 marzo.
Protocollo di sicurezza collaudato dalla Fidal con partenze in distanziamento e mascherina per la prima parte di gara, e mascherina da indossare appena terminata, premiazioni rapide e nessun assembramento post gara.
E' un modo per far ripartire il nostro sport, in tutta sicurezza, sperando che la situazione possa volgere al meglio.
Come dicevo, tre partecipanti alle prime tre gare in programma: nella prima gara, SM35, si inserisce JONATHAN MASULLO (SM) perché il limite alla gara Senior è fissato a 35'30" per le note vicende della Cinque Mulini di qualche anno fa.
JONATHAN con la media di 3'43" conclude la sua gara in 20' netti in 6a posizione di categoria e 51a maschile totale.



Nella seconda gara in programma, ANTONIO VASI conclude in 6° posizione di categoria, e 18a maschile assoluta in 18'48". Per lui una grande emozione il ritorno ad una gara dopo più di un anno.



Nella terza gara in programma, MARIO PANARIELLO chiude in 21'51" con la 29a posizione di categoria e 106a maschile assoluta. La sua dichiarazione a caldo è: "è sempre affascinante fare queste gare, ma anche dura per anziani come me". Sempre al Top!



Grande prestazione per ADRIANA DI SALVO, che chiude in 10a posizione assoluta femminile e 1a di categoria SF, con il tempo di 16'36", migliorando di molto le sue prestazioni cronometriche grazie agli allenamenti del coach Enea.



Alla prossima gara, sperando che aumentino di numero le competizioni dove poter correre in sicurezza e diminuiscano di molto i contagi.