Cardatletica presente al Memorial Laura Prati
Domenica mattina spazio ai 7° CARDAGIOCHI

18a STRALIVIGNO - parte I

22 luglio 2017, hotel Loredana, alla spicciolata cominciano ad arrivare i primi Cardatleti con le loro famiglie, ad attenderli il segretario che qui scrive, le procedure di registrazione, un'occhiata alla camera, un cambio veloce e fuori per la foto di gruppo.



Splendida giornata di sole, aria pura, qualche nuvoletta... il sole picchia ma con i 22 gradi è tutto sopportabile... Si parte tutti a piedi, un centinaio di metri, poi il dietrofront.

Chi corre la Stralivigno prende la macchina per raggiungere il luogo di partenza, l'Aquagranda Sport Village, distante poco più di tre chilometri, mentre ii villeggianti si concedono una passeggiata sulla pista ciclo pedonale che costeggia il fiume.
Verso le 12.30, dopo un pasto frugale ed aver ritirato i pettorali,  i runners si concedono qualche attimo di sole e dopo la foto di gruppo, le rituali operazioni pré gara ed il riscaldamento.



Non troppo forzato però: il percorso è impegnativo, non è una mezza da tempo da tirare alla canna del gas, ma è una mezza dove concedersi al panorama e agli stupendi prati, una mezza da gustare insomma.

Oltre alla truppa cardatleta, con 9 iscritti alla gara e due alla staffetta, anche Loris Dalboni e gli amici Stefano Bianco e Barbara Pierini.



La partenza degli oltre mille iscritti viene data alle ore 15. La novità di giornata è la non presenza di atleti keniani, per cui dopo 5 anni torna a vincere un italiano, Agostini Francesco, che bissa il successo del papà alla prima edizione del 2000.

Ecco come sono andati i Cardatleti, a breve l'articolo completo della loro avventura.